Crea sito

POSTE ITALIANE 14^ emissione del 05 giugno 2020 di un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “ le Festività” dedicato ai Sampaoloni di San Cataldo

Posted By thecollectibles on Giu 5, 2020 | 0 comments


POSTE ITALIANE 14^ emissione del 05 giugno 2020 di un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “ le Festività” dedicato ai Sampaoloni di San Cataldo

Il Ministero dello Sviluppo e le Poste Italiane emette il 5 giugno 2020 un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “ le Festività” dedicato ai Sampaoloni di San Cataldo, relativo al valore della tariffa B, corrispondente ad €1.10.

  • data / date 05 giugno 2020
  • dentellatura / serration 11
  • stampa / printing rotocalcografia
  • tipo di carta / paper type carta bianca autoadesiva
  • stampato / printed I.P.Z.S. Roma
  • tiratura / edition 500.000
  • dimensioni / dimension 30 x 40 mm
  • bozzettista/ designer Isabella Castellana
  • num. catalogo/catalog num. Michel YT UN

Sampaoloni (in dialetto sancataldese “Sampauluna”) sono giganti processionali di cartapesta che raffigurano gli undici apostoli (non è presente Giuda). Danno vita al tradizionale incontro di Gesù Risorto con la Madonna e la Maddalena che si svolge la domenica di Pasqua a San Cataldo, in provincia di Caltanissetta.

Storia

L’origine dei Sampaoloni viene fatta risalire intorno al 1700, anche se manifestazioni con persone che rappresentavano gli apostoli erano già esistenti. L’obiettivo di queste manifestazioni, organizzate dai Padri Mercedari, era la catechesi popolare.

La denominazione di “Sampaoloni” data alle statue deriva da san Paolo e la loro imponenza esalta la grandiosità spirituale e morale degli apostoli.

Le statue derivano dai giganti processionali dell’antica tradizione spagnola, ancora oggi presenti in molte zone della Spagna e usati in occasione di varie festività, come a Tarragona per la festa di Santa Tecla, o durante la fiesta Mayor de Reus che si svolge il giorno di San Pietro a Reus. Grazie alle relazioni politiche e commerciali esistite tra la Spagna e la Sicilia, la tradizione dei giganti processionali si è diffusa anche in Sicilia ed oggi è legata al culto della Vergine, come nel caso dei giganti Mata e Grifone della festa dell’Assunta a Messina e dei giganti Kronos e Mytia della festa della Madonna della luce di Mistretta. Nei casi dei santoni di Aidone, dei santoni di Barrafranca, Aragona, Caltagirone, e dei Sampaoloni di San Cataldo, le statue rappresentano gli apostoli e sono protagoniste delle rappresentazioni della domenica di Pasqua.

Descrizione

I Sampaoloni sono alti tre metri e costituiti da una struttura fatta da un’intelaiatura di ferro. La testa e gli arti superiori vengono attaccati al busto che è la struttura portante della statua, la quale viene sostenuta da un portatore. Dei portatori sono visibili solo gli occhi, grazie ai fori che permettono loro di guardare all’esterno, e le gambe, che animano la statua. All’esterno le statue sono rivestite con tuniche di diverso colore, decorate con merletti e mantelle che ricordano la sfarzosità spagnola, e ciascuna statua porta al petto una targa con il nome dell’Apostolo.

Tradizionale ‘Ncuntru dei Sampaoloni con Gesù Risorto

L’incontro si svolge nel pomeriggio della domenica di Pasqua e chiude la serie di rappresentazioni religiose della Settimana Santa sancataldese. La manifestazione ha luogo lungo la via Vittorio Emanuele, tra la chiesa di santa Maria delle Grazie e la cappella del Cristo Resuscitato, che funge da Sepolcro. La statua della Maddalena, che secondo la credenza popolare sarebbe venuta a conoscenza della sparizione del corpo di Cristo prima della Madonna, portata a spalle da giovani, si avvia verso il Sepolcro. Trovandolo vuoto, torna a dare la notizia alla Madonna e ai Sampaoloni e si reca al Sepolcro altre tre volte. Sono San Giovanni e San Pietro a recarsi con lei la seconda volta, mentre solo la terza volta è la Madonna ad accompagnarla. Infine, i Sampaoloni insieme alla Madonna e alla Maddalena compiono di nuovo il percorso per giungere questa volta ad incontrare la statua del Cristo Risorto che appare da una stradina laterale. San Tommaso, rimasto indietro per la sua incredulità, viene raggiunto dal Cristo Risorto, dai Sampaoloni, dalla Maddalena e dalla Madonna nella processione finale che viene accompagnata dalla banda del paese. La manifestazione attuale dei Sampaoloni è meno articolata rispetto a quella che si svolgeva in passato, che durava più giorni. Oggi i Sampaoloni sfilano per il centro cittadino, la mattina della domenica di Pasqua, annunciando la Risurrezione di Cristo, e nel pomeriggio sono protagonisti dell’incontro con Gesù Risorto.

Se sei interessato all’acquisto di questo francobollo lo puoi acquistare al prezzo di € 1.50. Inviami una richiesta alla email: [email protected]

ITALIAN MAIL 14th issue of 05 June 2020 of an ordinary stamp belonging to the thematic series “the Holidays” dedicated to the Sampaoloni of San Cataldo

On 5 June 2020, the Ministry of Development and the Italian Post Office issues an ordinary stamp belonging to the thematic series “the Holidays” dedicated to the Sampaoloni of San Cataldo, relating to the value of tariff B, corresponding to € 1.10.

  • date: June 05, 2020
  • serration 11
  • printing rotocalcografia
  • paper type carta bianca autoadesiva
  • printed I.P.Z.S. Roma
  • edition 500.000
  • dimension 30 x 40 mm
  • designer Isabella Castellana
  • catalog num. Michel YT UN

The Sampaoloni (in the Sampauluna sancataldese dialect) are processional papier-mâché giants depicting the eleven apostles (Judah is not present). They give life to the traditional meeting of the Risen Jesus with the Madonna and the Magdalene which takes place on Easter Sunday in San Cataldo, in the province of Caltanissetta.
History
The origin of the Sampaoloni is traced back to around 1700, although demonstrations with people representing the apostles were already in existence. The goal of these events, organized by the Mercedari Fathers, was popular catechesis.
The name “Sampaoloni” given to the statues derives from Saint Paul and their grandeur enhances the spiritual and moral grandeur of the apostles.
The statues derive from the processional giants of the ancient Spanish tradition, still present in many areas of Spain and used for various festivities, such as in Tarragona for the feast of Santa Tecla, or during the fiesta Mayor de Reus that takes place on the day of San Pietro a Reus. Thanks to the political and commercial relations that existed between Spain and Sicily, the tradition of processional giants has also spread to Sicily and today is linked to the cult of the Virgin, as in the case of the giants Mata and Grifone of the feast of the Assumption in Messina and of the giants Kronos and Mytia of the feast of the Madonna of the light of Mistretta. In the cases of the holy men of Aidone, of the holy men of Barrafranca, Aragon, Caltagirone, and of the Sampaoloni of San Cataldo, the statues represent the apostles and are protagonists of the representations of Easter Sunday.
Description

The Sampaoloni are three meters high and consist of a structure made of an iron frame. The head and upper limbs are attached to the bust which is the supporting structure of the statue, which is supported by a bearer. Of the carriers only the eyes are visible, thanks to the holes that allow them to look outside, and the legs, which animate the statue. Outside the statues are covered with tunics of different colors, decorated with laces and capes that recall the Spanish splendor, and each statue carries a plaque with the name of the Apostle on his chest.
Traditional ‘Ncuntru dei Sampaoloni with Risen Jesus
The meeting takes place on the afternoon of Easter Sunday and closes the series of religious representations of the Holy Week sancataldese. The event takes place along Via Vittorio Emanuele, between the church of Santa Maria delle Grazie and the chapel of the Resurrected Christ, which serves as a sepulcher. The statue of the Magdalene, which according to popular belief would have come to know of the disappearance of the body of Christ before the Madonna, carried on the shoulders by young people, goes towards the Sepulcher. Finding it empty, he returned to give the news to the Madonna and the Sampaoloni and went to the Sepulcher three more times. It is San Giovanni and San Pietro who go with her the second time, while only the third time is the Madonna accompanying her. Finally, the Sampaoloni together with the Madonna and Maddalena again make the journey to reach this time to meet the statue of the Risen Christ that appears from a side street. St. Thomas, left behind for his disbelief, is joined by the Risen Christ, the Sampaoloni, the Magdalene and the Madonna in the final procession which is accompanied by the town band. The current event of the Sampaoloni is less articulated than that which took place in the past, which lasted several days. Today the Sampaoloni parade through the city center on Easter Sunday morning, announcing the Resurrection of Christ, and in the afternoon they are protagonists of the encounter with the Risen Jesus.

If you are interested in purchasing this stamp, you can buy it for € 1.50. Send me a request to the email: [email protected]

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.