Crea sito

POSTE ITALIANE 4^ emissione del 07 Febbraio 2020 di un francobollo celebrativo del Festival della canzone italiana, nella 70^ edizione

Posted By thecollectibles on Feb 7, 2020 |


POSTE ITALIANE 4^ emissione del 07 Febbraio 2020 di un francobollo celebrativo del Festival della canzone italiana, nella 70^ edizione

Il Ministero dello Sviluppo ha emesso il 7 febbraio 2020 un francobollo celebrativo del Festival della canzone italiana, nella 70a edizione, relativo al valore della tariffa B, corrispondente ad € 1.10.

  • data / date 07 febbraio 2020
  • dentellatura / serration 11
  • stampa / printing rotocalcografia
  • tipo di carta / paper type su carta patinata neutra autoadesiva non filigranata
  • stampato / printed I.P.Z.S. Roma
  • tiratura / edition 1.200.000
  • foglietto / sheet 200.000 riproduce, a sinistra, la medesima vignetta del francobollo, mentre, a destra, sono fustellati sei francobolli disposti su tre righe.
  • dimensioni / dimension 40 x 30 mm (stamp) Formato del foglio/ sheet : 220 x 146,7 mm ( con n.6 francobolli, disposti su tre righe)
  • costo / price B = € 1.10 Stamp
  • bozzettista/ designer progettazione grafica Rai Direzione Creativa
  • num. catalogo/catalog num. Michel YT UNIF 4029
  • foglietto num. UNIF: 4029 mf

Il Festival della canzone italiana, o più comunemente Festival di Sanremo, è un festival musicale che si tiene ogni anno in Italia, a Sanremo, in provincia di Imperia, in Liguria, a partire dal 1951. Vi hanno preso parte come concorrenti, ospiti o compositori, molti dei nomi più noti della musica italiana.

Dal 1956 (fatta eccezione nel periodo tra il 1998 e il 2010) il vincitore della competizione ottiene il diritto di rappresentare l’Italia all’Eurovision Song Contest, che trae ispirazione proprio dal festival italiano. Tuttavia ciò non rappresenta un obbligo per il cantante, che può rimettere alla Rai la decisione sul rappresentante italiano.

Rappresenta uno dei principali eventi mediatici italiani, con un certo riscontro anche all’estero, dato che viene trasmesso in diretta sia dalla televisione, in Eurovisione, sia dalla radio. La statuetta del Leone di Sanremo è il riconoscimento più prestigioso per i musicisti e gli interpreti italiani di musica leggera.

Il festival consiste in una competizione tra brani selezionati nei mesi immediatamente precedenti da un’apposita commissione, valutando le candidature pervenute. Tali brani, che devono essere stati composti da autori italiani con testi in lingua italiana, oppure anche in uno dei vari dialetti regionali italiani, vengono proposti da diversi interpreti in prima assoluta, quindi mai eseguiti pubblicamente in precedenza, pena la squalifica. Essi vengono votati da giurie scelte (demoscopiche, di addetti ai lavori, di consumatori) e/o mediante il voto popolare sotto forma di televoto, e vengono proclamati e premiati i tre brani più votati, in alcuni casi i soli vincitori assoluti, tra quelli in gara nella sezione principale, denominata solitamente degli interpreti BigCampioni o Artisti (talvolta con ulteriori suddivisioni quali DonneUomini e Gruppi), e in quella degli esecutori meno conosciuti, detta generalmente Nuove Proposte o Giovani. Vengono assegnati anche altri riconoscimenti speciali, fra cui il Premio della Critica, decretato dalla stampa specializzata a partire dal 1982 e intitolato a Mia Martini dal 1996.

Originariamente la sede della kermesse era il salone delle feste del Casinò di Sanremo e il periodo di svolgimento poteva variare tra gennaio e marzo, mentre dal 1977 si svolge presso il Teatro Ariston della città ligure (fatta eccezione per l’edizione del 1990 che si è tenuta al nuovo mercato dei fiori, situato a Bussana, frazione del comune di Sanremo), in un periodo che, dal 1983, oscilla tra i primi giorni di febbraio e marzo.

Storia

Nascita e primi anni

Il Festival di Sanremo nacque per incrementare il turismo nella “stagione morta” (intorno al mese di febbraio) nel comune ligure. Durante un colloquio l’allora direttore delle manifestazioni e delle pubbliche relazioni del casinò di Sanremo, Angelo Nicola Amato, e il conduttore radiofonico Angelo Nizza, assiduo frequentatore del casinò municipale, decisero di creare una manifestazione di carattere musicale. Nizza allora cercò di trovare un accordo con l’EIAR a Torino, mentre Amato si recò a Milano per spargere la voce tra le case discografiche e spingerle ad inviare i propri cantanti.

Il 29 gennaio 1951 si tenne la prima edizione nel salone delle feste del casinò, condotta da Nunzio Filogamo, particolarmente noto per il suo saluto radiofonico agli “amici vicini e lontani”. A questa edizione presero parte solo 3 interpreti: Nilla Pizzi, il Duo Fasano e Achille Togliani che si alternarono nell’esibizione di 20 brani inediti. L’edizione fu accolta molto freddamente dalla stampa e dai critici musicali dell’epoca, così come dal pubblico in sala che continuò a cenare e parlottare durante le esecuzioni. Tuttavia a vincere fu Nilla Pizzi con Grazie dei fiori. La musica cambiò per la seconda edizione, che trovò un maggiore riscontro dagli autori e dagli editori musicali. I partecipanti salirono a 5, ma a vincere, come l’anno prima, fu Nilla Pizzi con la «serenata popolareggiante» Vola colomba, che si aggiudicò anche il resto del podio con Papaveri e papere e Una donna prega, risultato mai più ripetuto nella storia del festival. L’edizione del 1953 segnò il primo cambio nel regolamento di un certo rilievo: venne infatti introdotto l’obbligo della doppia interpretazione per ogni brano musicale con una diversa orchestra: una di tipo “classico” (in quell’anno diretta da Cinico Angelini) e una di tipo più “moderno” (condotta in quell’occasione da Armando Trovajoli). La quinta edizione fu la prima edizione trasmessa in diretta radio-televisiva da Programma Nazionale e la prima edizione in cui la finale fu trasmessa in Eurovisione. Nel 1956, in via del tutto eccezionale, i sei partecipanti al Festival furono selezionati con un concorso per “voci nuove”, a cui presero parte 6 656 aspiranti, e, sempre nel 1956, si tenne la prima edizione dell’Eurovision Song Contest, ispirato dallo stesso Festival di Sanremo. A dominare il Festival nelle sue prime edizioni fu la canzone tradizionale italiana, all’epoca poco apprezzata, il cui testo «non esce di un millimetro dal solco Dio-Patria-Famiglia».  Tuttavia, già con Papaveri e papere (oggi nota come una sottile presa in giro rivolta alla Democrazia Cristiana e, al contempo, come un accenno di denuncia della condizione di subalternità della donna nella società italiana dell’epoca) e poi con Canzone da due soldi di Katyna Ranieri, iniziò a farsi spazio un tipo di canzone diversa da quelle «così proverbialmente sciroppose e stucchevoli», con un lessico più colloquiale e allegro. Fu comunque solo nell’edizione del 1958, con la vittoria di Domenico Modugno (in coppia con Johnny Dorelli) e la sua Nel blu dipinto di blu, che si aprì una nuova fase per il Festival.

Il Festival di Sanremo ha portato alla ribalta del successo tantissimi cantanti che alcuni anche se non hanno vinto ma, sono divenuti famosi in tutto il mondo. Basti ricordare Al Bano, Domenico Modugno, Vasco Rossi, Eros Ramazzotti, Bocelli, Laura Pausini, Gianni Morandi, Lucio Dalla, gli Stadio e tanti altri.

Se sei interessato all’acquisto di questo francobollo lo puoi acquistare al prezzo di € 1.50, mentre per il foglietto € 9.00. Inviami una richiesta alla email: [email protected]

ITALIAN POSTS 4rd issue of 07 Febrary 2020 of a stamp celebrating the Italian Song Festival, in the 70th edition

On February 7, 2020, the Ministry of Development issued a commemorative stamp of the Italian Song Festival, in the 70th edition, relating to the value of tariff B, corresponding to € 1.10.

  • data / date 07 febbraio 2020
  • dentellatura / serration 11
  • stampa / printing rotocalcografia
  • tipo di carta / paper type su carta patinata neutra autoadesiva non filigranata
  • stampato / printed I.P.Z.S. Roma
  • tiratura / edition 1.200.000
  • foglietto / sheet 200.000 riproduce, a sinistra, la medesima vignetta del francobollo, mentre, a destra, sono fustellati sei francobolli disposti su tre righe.
  • dimensioni / dimension 40 x 30 mm (stamp) Formato del foglio/ sheet : 220 x 146,7 mm ( con n.6 francobolli, disposti su tre righe)
  • costo / price B = € 1.10 Stamp
  • bozzettista/ designer progettazione grafica Rai Direzione Creativa
  • num. catalogo/catalog num. Michel YT UNIF 4029

The Italian Song Festival, or more commonly the Sanremo Festival, is a music festival held every year in Italy, in Sanremo, in the province of Imperia, in Liguria, since 1951. They took part in it as competitors, guests or composers, many of the best known names in Italian music.
Since 1956 (except in the period between 1998 and 2010) the winner of the competition has obtained the right to represent Italy in the Eurovision Song Contest, which draws inspiration from the Italian festival. However this does not represent an obligation for the singer, who can remit the decision on the Italian representative to Rai.
It represents one of the main Italian media events, with a certain response also abroad, given that it is broadcast live both on television, on Eurovision, and on radio. The statuette of the Lion of Sanremo is the most prestigious recognition for Italian musicians and interpreters of light music.
The festival consists of a competition between songs selected in the months immediately preceding by a special commission, evaluating the applications received. These pieces, which must have been composed by Italian authors with texts in the Italian language, or even in one of the various Italian regional dialects, are offered by several interpreters for the first time, therefore never publicly performed previously, under penalty of disqualification. They are voted by selected juries (demoscopic, professionals, consumers) and / or by popular vote in the form of televoting, and the three most voted songs are proclaimed and awarded, in some cases the only absolute winners, among those competing in the main section, usually called Big interpreters, Champions or Artists (sometimes with further subdivisions such as Women, Men and Groups), and in that of lesser known performers, generally called New Proposals or Youth. Other special awards are also awarded, including the Critics’ Award, decreed by the specialized press since 1982 and named after Mia Martini since 1996.
Originally the venue of the kermesse was the party room of the Sanremo Casino and the period of development could vary between January and March, while from 1977 it takes place at the Ariston Theater of the Ligurian city (except for the 1990 edition that took place held at the new flower market, located in Bussana, a hamlet in the municipality of Sanremo), in a period which, since 1983, has varied between the first days of February and March.
History
Birth and early years

The Sanremo Festival was born to increase tourism in the “dead season” (around February) in the Ligurian municipality. During an interview the then director of the events and public relations of the Sanremo casino, Angelo Nicola Amato, and the radio presenter Angelo Nizza, a frequent visitor to the municipal casino, decided to create a musical event. Nice then tried to find an agreement with EIAR in Turin, while Amato went to Milan to spread the word among the record companies and push them to send their singers.
On January 29, 1951, the first edition was held in the casino’s party room, conducted by Nunzio Filogamo, particularly known for his radio greeting to “near and far friends”. Only 3 performers took part in this edition: Nilla Pizzi, the Duo Fasano and Achille Togliani who took turns in showing 20 unreleased tracks. The edition was received very coldly by the press and music critics of the time, as well as by the audience in the room who continued to have dinner and talk during the performances. However to win was Nilla Pizzi with Grazie dei fiori. The music changed for the second edition, which found greater feedback from the authors and music publishers. The participants rose to 5, but to win, as the year before, was Nilla Pizzi with the “popular serenade” Fly dove, who also won the rest of the podium with Poppies and ducks and A woman prays, a result never repeated in the history of the festival. The 1953 edition marked the first change in the regulation of a certain importance: the obligation of double interpretation was introduced for each piece of music with a different orchestra: a “classical” type (in that year directed by Cinico Angelini) and a more “modern” type (conducted on that occasion by Armando Trovajoli). The fifth edition was the first edition broadcast live on radio and television by the National Program and the first edition in which the final was broadcast on Eurovision. In 1956, by way of exception, the six participants in the Festival were selected with a competition for “new voices”, in which 6 656 candidates took part, and, again in 1956, the first edition of the Eurovision Song Contest was held, inspired by the Sanremo Festival itself.

To dominate the Festival in its first editions was the traditional Italian song, at the time little appreciated, whose text “does not come out of a millimeter from the God-Homeland-Family line”. However, already with Papaveri e papere (today known as a subtle mockery aimed at Christian Democracy and, at the same time, as a hint of denunciation of the condition of subordination of women in Italian society of the time) and then with a two-penny song by Katyna Ranieri, a different kind of song began to make its way from those “so proverbially syrupy and cloying”, with a more colloquial and cheerful lexicon. It was however only in the 1958 edition, with the victory of Domenico Modugno (paired with Johnny Dorelli) and his Nel blu painted di blu, that a new phase for the Festival opened.
The Sanremo Festival has brought many singers to the forefront of success, some even though they have not won but have become famous all over the world. Suffice it to mention Al Bano, Domenico Modugno, Vasco Rossi, Eros Ramazzotti, Bocelli, Laura Pausini, Gianni Morandi, Lucio Dalla, the Stadio and many others.

If you are interested in purchasing this stamp, you can buy it at a price of € 1.50, while for the sheet € 9.00. Send me a request to the email: [email protected]