M.I.S.E. 74^ EMISSIONE di un francobollo celebrativo delle Agenzie Fiscali, nel 20° anniversario della istituzione

Il Ministero dello Sviluppo Economico emette il 06 ottobre 2021, distribuito dalle Poste Italiane, un francobollo celebrativo delle Agenzie Fiscali, nel 20° anniversario della istituzione, con indicazione tariffaria B, corrispondente ad € 1,10.

  • data: 06 ottobre 2021
  • dentellatura: 9
  • dimensioni francobollo: 48 x 40 mm
  • stampa: rotocalcografia
  • tipo di cartacarta bianca, patinata gommata, autoadesiva, non fluorescente
  • colori: sei
  • stampato: I.P.Z.S. Roma
  • tiratura: 300.000
  • valoreB = €1.10
  • bozzettista F. Abbati
  • num. catalogo francobolloMichel______ YT _______ UNIF ________
  • Il francobollo: La vignetta raffigura sullo sfondo, in grafica stilizzata, uno skyline con una serie di edifici in cui spicca il Colosseo, monumento tra i più rappresentativi dell’Italia, su cui si staglia un globo terrestre, delimitato da una rete informatica, con l’Italia in evidenza. A destra la presenza di una mano intende simboleggiare l’intervento umano. A sinistra sono riprodotti i loghi dell’Agenzia delle Entrate, dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e dell’Agenzia del Demanio, rivisitato. Completano il francobollo le leggende “20 anni” e “Agenzie fiscali”, la scritta “Italia” e l’indicazione tariffaria B”.

Se sei interessato all’acquisto di questo francobollo lo puoi acquistare al prezzo di € 1,50 inviandomi una richiesta alla mia email: [email protected]

L’Agenzia delle entrate è un’agenzia fiscale della pubblica amministrazione italiana dipendente dal Ministero dell’economia e delle finanze che svolge le funzioni relative ad accertamenti e controlli fiscali e alla gestione dei tributi.

simbolo

Istituita nel 1999, ha l’obiettivo di garantire gli adempimenti degli obblighi fiscali da parte dei cittadini contribuenti, svolge inoltre i servizi relativi al catasto, i servizi geotopocartografici e quelli relativi alle conservatorie dei registri immobiliari, con il compito di costituire l’anagrafe dei beni immobiliari esistenti sul territorio nazionale sviluppando, anche ai fini della semplificazione dei rapporti con gli utenti, l’integrazione fra i sistemi informativi attinenti alla funzione fiscale e alle trascrizioni e iscrizioni in materia di diritti sugli immobili.

Il contenzioso tributario è trattato di fronte alle commissioni tributarie; mentre la riscossione non volontaria viene effettuata dall’agente della riscossione. Nel 2012 ha acquisito le competenze dell’Agenzia del territorio, incorporata il 1º dicembre di quell’anno.

Storia

Antenate dell’agenzia furono le intendenze di finanza, istituite nel 1869 in ogni capoluogo di provincia, con compiti di controllo sul personale e di coordinamento sulle attività degli uffici finanziari.

Nel 1999, la riforma Bassanini sull’organizzazione del governo istituì l’Agenzia delle entrate, una delle quattro agenzie fiscali, insieme all’Agenzia delle dogane, l’Agenzia del territorio e l’Agenzia del demanio, preposte a svolgere le attività tecnico-operative che prima erano di competenza del Ministero dell’economia e delle finanze. Queste entrarono in attività a partire dal 1º gennaio 2001.

Prima della riforma esistevano vari uffici destinati ognuno a un particolare aspetto impositivo (Ufficio delle imposte diretteUfficio del registroUfficio IVAIntendenza di finanza). Anche per la pubblica amministrazione tale riorganizzazione ha portato vantaggi e risparmi sotto il profilo della razionalizzazione delle risorse, degli spazi e del personale. A livello operativo, l’introduzione dell’Agenzia ha comportato benefici per il contribuente che ora ha di fronte un unico soggetto che gestisce la sua intera posizione fiscale (con l’eccezione dei tributi locali e dei tributi di competenza dell’Agenzia delle dogane e dei monopoli).

Dal 1º gennaio 2016, dopo un processo iniziato nel 2013, si è completata l’integrazione dei servizi e compiti svolti dalla soppressa Agenzia del territorio. Il 17 dicembre 2015 il direttore dell’Agenzia ha unificato, per quasi tutte le province, le Direzioni Provinciali con gli Uffici Provinciali-Territorio. Ora quest’ultimi sono articolazioni interne delle Direzioni Provinciali esclusi quelli di Roma, Milano, Napoli e Torino che restano uffici autonomi.

Caratteristiche

È sottoposta alla vigilanza del Ministero dell’economia e delle finanze, che ha la responsabilità dell’indirizzo politico, ed è dotata di autonomia regolamentare, amministrativa, patrimoniale, organizzativa, contabile e finanziaria.

I rapporti tra il Ministero e l’Agenzia sono regolati da una convenzione triennale in cui sono indicati i servizi da assicurare, gli obiettivi da raggiungere e le risorse destinate a queste finalità.

Funzioni e competenze

All’Agenzia delle entrate sono attribuite tutte le funzioni concernenti le entrate tributarie erariali che non sono assegnate alla competenze di altre agenzie, amministrazioni dello Stato a ordinamento autonomo, enti od organi, con il compito di perseguire il massimo livello di adempimento degli obblighi fiscali sia attraverso l’assistenza ai contribuenti, sia attraverso i controlli diretti a contrastare gli inadempimenti e l’evasione fiscale.

L’Agenzia è competente per:

  • i servizi relativi all’amministrazione, alla riscossione, al contenzioso tributario in relazione ai tributi diretti e dell’imposta sul valore aggiunto, nonché di tutte le imposte, diritti o entrate erariali o locali, entrate anche di natura extratributaria, già di competenza del Dipartimento delle entrate del Ministero delle finanze o affidati alla sua gestione in base alla legge o ad apposite convenzioni stipulate con gli enti impositori o con gli enti creditori;
  • l’informazione e l’assistenza ai contribuenti, anche tramite servizi telematici al fine di semplificare il rapporto con gli stessi e di agevolare gli adempimenti fiscali;
  • l’accertamento, il controllo di errori o di evasioni fiscali mirato al contrasto all’evasione fiscale (core business dell’Agenzia) avvalendosi del supporto della Guardia di finanza per controlli e/o ispezioni;
  • la gestione del contenzioso tributario dinanzi alle Commissioni tributarie (notizie estrapolate dal sito Wikipedia).

Se sei interessato all’acquisto di questo francobollo lo puoi acquistare al prezzo di € 1,50 inviandomi una richiesta alla mia email: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.