M.I.S.E. 43^ EMISSIONE di n.1 francobollo appartenente alla serie tematica ” il Senso Civico ” dedicato alla CARITAS ITALIANA, nel 50° anniversario della fondazione.

Il Ministero dello Sviluppo Economico, emette il 02 luglio un francobollo ordinario, distribuiti dalle Poste Italiane, appartenete alla serie tematica “ il Senso Civico ” dedicato alla CARITAS ITALIANA, in occasione del 50° anniversario della fondazione, con valore della tariffa B, corrispondente ad €1.10.

  • data: 02 luglio 2021
  • dentellatura: 11
  • stampa: rotocalcografia
  • tipo di cartacarta bianca, patinata gommata, autoadesiva, non fluorescente
  • colori: due
  • stampato: I.P.Z.S. Roma
  • tiratura: 300.000
  • francobollo dimensioni: 30×40 mm
  • valoreB = €1.10
  • bozzettistaa cura della Caritas Italiana e ottimizzato dal Centro Filatelico della Direzione Operativa dell’Istituto Poligrafico Zecca dello Stato SpA
  • num. catalogo francobolloMichel______ YT _______ UNIF ________
  • Il francobollo: La vignetta raffigura, riproduce il logo del 50° anniversario della fondazione della Caritas Italiana in cui sono presenti la croce a raggera, particolare tratto dal marchio della Caritas Italiana, il numero “50” ad indicare gli anni trascorsi dalla fondazione dell’organismo pastorale, due mani che si stringono, emblema della solidarietà, gli anni “1971 – 2021” e la scritta “Caritas Italiana”. Completano il francobollo la scritta “Italia” e l’indicazione tariffaria “B”.

Se sei interessato all’acquisto di questo francobollo lo puoi acquistare al prezzo di € 1.50 inviandomi una richiesta alla mia email: [email protected]

La Caritas Italiana è l’organismo pastorale della CEI (Conferenza Episcopale Italiana, l’unione permanente dei vescovi cattolici in Italia) per la promozione della carità. Si prefigge lo scopo cioè di promuovere «la testimonianza della carità nella comunità ecclesiale italiana, in forme consone ai tempi e ai bisogni, in vista dello sviluppo integrale dell’uomo, della giustizia sociale e della pace, con particolare attenzione agli ultimi e con prevalente funzione pedagogica» (art.1 dello Statuto). Fondata nel 1971, per volere di Paolo VI, per opera di Giovanni Nervo, nello spirito del rinnovamento avviato dal Concilio Vaticano II, ha prevalente funzione pedagogica, cioè tende a far crescere nelle persone, nelle famiglie, nelle comunità, il senso cristiano di solidarietà. Per perseguire il suo impegno di formazione e informazione, la Caritas Italiana ogni anno propone un programma articolato in corsi, convegni, seminari di studio e approfondimento.

Fondamentale il collegamento e il confronto con le oltre duecento Caritas diocesane, impegnate sul territorio nell’animazione della comunità ecclesiale e civile, e nella promozione di strumenti pastorali e servizi come i Centri d’Ascolto, gli Osservatori delle Povertà e delle Risorse, le Caritas parrocchiali e i centri di accoglienza.

Storia

Nel 1970 papa Paolo VI sciolse la Pontificia Opera Missionaria (Poa), l’ente caritatevole sostenuto dai cattolici americani e alle dirette dipendenze della Sede Apostolica, il quale aveva gestito le opere benefiche in Italia durante le due Guerre Mondiali e nel primo dopoguerra.

A seguito delle raccomandazioni del Pontefice i vescovi della CEi votarono una delibera in occasione della loro VII Assemblea Generale, durante la sessione del 14 novembre 1970.
Con decreto n. 1727/71 del 2 luglio 1971, la Conferenza Episcopale Italiana approvò il primo statuto delle «Caritas» diocesane d’Italia, incaricate delle attività caritative e assistenziali della Chiesa.

Il 28 settembre 1972 ebbe luogo il primo incontro nazionale delle Opere diocesane di assistenza. Tre anni più tardi, Napoli ospitò il primo convegno italiano congiunto fra Chiesa e laicato dal titolo “Volontariato e promozione umana”, dedicato alle questione del nascente Terzo Settore.

Il 10 giugno 1977, la Caritas Italiana e il Ministero della Difesa siglarono una convenzione che inseriva l’ex Pontificia Opera Missionaria nell’elenco degli enti nei quali gli obbiettori di coscienza italiani avevano facoltà di svolgere il servizio civile. Tale elenco era pubblico e disponibile presso i distretti militari.

I compiti

  • Collaborare con i Vescovi nel promuovere nelle Chiese particolari l’animazione della carità e il dovere di tradurla in interventi concreti.
  • Curare il coordinamento delle iniziative e dei servizi di ispirazione cristiana.
  • Indire, organizzare e coordinare interventi di emergenza in Italia e all’estero.
  • In collaborazione con altri organismi di ispirazione cristiana:
    • realizzare studi e ricerche sui bisogni per aiutare a scoprirne le cause;
    • promuovere il volontariato e favorire la formazione degli operatori pastorali della carità e del personale di ispirazione cristiana impegnato nei servizi sociali;
    • contribuire allo sviluppo umano e sociale dei paesi del Sud del mondo anche attraverso la sensibilizzazione dell’opinione pubblica.
  • Solidarietà a tutto il mondo.
  • Educazione alla pace e alla mondialità, dialogo, corresponsabilità sono anche le linee portanti degli impegni della Caritas nel mondo.

Se sei interessato all’acquisto di questo francobollo lo puoi acquistare al prezzo di € 1.50 inviandomi una richiesta alla mia email: [email protected]