POSTE ITALIANE 64^ emissione del 26 ottobre 2020 di un francobollo dedicato all’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti nel centenario della fondazione

POSTE ITALIANE 64^ emissione del 26 ottobre 2020 di un francobollo dedicato all’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti nel centenario della fondazione

Il Ministero dello Sviluppo con le Poste Italiane emette il 26 ottobre 2020 un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica” il Senso civico” dedicato all’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti, nel centenario della fondazione relativo al valore della tariffa B, corrispondente ad €1.10.

  • data: 26 ottobre 2020
  • dentellatura: 13 1/2 x 13 1/2
  • stampa: rotocalcografia
  • tipo di carta: carta bianca, patinata neutra, gommata non fluorescente
  • stampato: I.P.Z.S. Roma
  • tiratura: 400.000
  • dimensioni: 46,8 x 26 mm
  • valore: B = €1.10
  • bozzettista: Giustina Milite
  • num. catalogo: Michel______ YT _______ UNIF 4089
  • La vignetta: entro una serie di elementi decorativi, raffigura in grafica stilizzata, un occhio. A destra è riprodotto il logo dell’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti.. Completano il francobollo le leggende “UNIONE ITALIANA DEI CIECHI E DEGLI IPOVEDENTI” e “CENTENARIO” ,la scritta “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B”.

Se sei interessato all’acquisto di questo francobollo lo puoi acquistare al prezzo di € 1.50 inviandomi una richiesta alla email: [email protected]

L’Unione italiana dei ciechi e degli ipovedenti ONLUS, in sigla UICI, è un ente morale con personalità giuridica di diritto privato, cui la legge e lo statuto affidano la rappresentanza e la tutela degli interessi morali e materiali dei non vedenti e degli ipovedenti nei confronti della pubblica amministrazione.

L’UICI è un’associazione costituita esclusivamente da non vedenti e ipovedenti. Per associarsi occorre infatti avere un visus non superiore ai 3/10 (inteso con correzione). Tuttavia, per raggiungere i suoi obiettivi, essa ha bisogno del supporto di persone vedenti che possono lavorare al suo interno come dipendenti o volontari.

Fa parte del Comitato Guida di Civicrazia.

Storia

Fu fondata a Genova il 26 ottobre 1920 con il nome di Unione italiana dei ciechi da alcuni militari che persero la vista durante il primo conflitto mondiale, tra cui Aurelio Nicolodi che ne divenne il primo presidente.

Attraverso i suoi rappresentanti e molti soci volontari, l’UICI ha condotto numerose lotte politiche e sociali, grazie alle quali i ciechi e gli ipovedenti si vedono riconosciuti diritti fondamentali quali il diritto allo studio nella scuola comune, il diritto al lavoro, il diritto a ricevere un’indennità che varia a seconda del visus della persona con disabilità visiva.

Negli anni, l’UICI ha sviluppato una serie di servizi per far fronte alle necessità di ciechi e ipovedenti in rapporto alla società in continua evoluzione.

Nel 2007 il suo nome originario è cambiato in quello attuale nonostante l’associazione si occupasse ormai da qualche decennio delle problematiche degli ipovedenti.

Organizzazione territoriale

L’intento dell’UICI è di fornire un supporto locale di qualità ai propri soci, grazie ad una rete costituita dalle sezioni provinciali. L’insieme delle sezioni provinciali presenti in una regione costituisce il consiglio regionale, mentre l’insieme dei consigli regionali costituisce il consiglio nazionale. A sua volta, il consiglio nazionale fa capo alla direzione nazionale che ha sede a Roma.

Se sei interessato all’acquisto di questo francobollo lo puoi acquistare al prezzo di € 1.50 inviandomi una richiesta alla email: [email protected]

Ti potrebbe interessare anche...