Crea sito

POSTE ITALIANE 60^ e 61^ emissione del 23 ottobre 2020 di due francobolli dedicati alla Casa Editrice Marietti 1820, nel bicentenario della fondazione, e alla Casa Editrice Libraria Ulrico Hoepli S.p.A, nel 150° anniversario della fondazione

POSTE ITALIANE 60^ e 61^ emissione del 23 ottobre 2020 di due francobolli dedicati alla Casa Editrice Marietti 1820, nel bicentenario della fondazione, e alla Casa Editrice Libraria Ulrico Hoepli S.p.A, nel 150° anniversario della fondazione

Il Ministero dello Sviluppo con le Poste Italiane emette il 23 ottobre 2020 due francobolli ordinari appartenenti alla serie tematica “le Eccellenze del sistema produttivo ed economico” dedicati alla casa Editrice Marietti 1820, nel bicentenario della fondazione, e alla Casa Editrice Libraria Ulrico Hoepli S.p.A, nel 150° anniversario della fondazione, relativi al valore della tariffa B, corrispondenti cadauno ad €1.10.

  • data: 23 ottobre 2020
  • dentellatura: 11
  • stampa: rotocalcografia
  • tipo di carta; carta bianca patinata neutra -autoadesiva non fluorescente
  • stampato: I.P.Z.S. Roma
  • tiratura: 400.000
  • dimensioni: 40 x 30 mm
  • valore: B = €1.10
  • bozzettista: Simona Tonna
  • num. catalogo: Michel______ YT _______ UNIF 4085
  • La vignetta: il logo della Casa Editrice Marietti 1820 svetta su una serie di oggetti di uso quotidiano: una tazzina di caffè, una zuccheriera, un libro e una brocca per l’acqua. Completano il francobollo la leggenda “200 ANNI DI LIBRI” la scritta “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B”.
  • data: 23 ottobre 2020
  • dentellatura: 11
  • stampa: rotocalcografia
  • tipo di carta; carta bianca patinata neutra -autoadesiva non fluorescente
  • stampato: I.P.Z.S. Roma
  • tiratura: 400.000
  • dimensioni: 30 x 40 mm
  • valore: B = €1.10
  • bozzettista: Tiziana Trinca
  • num. catalogo: Michel______ YT _______ UNIF 4086_
  • La vignetta: raffigura un ritratto di profilo dell’editore e fondatore Ulrico Hoepli, su cui campeggia la firma autografa, affiancato, a sinistra, dal logo della Casa Editrice Libraria Ulrico Hoepli S.p.A.. completano il francobollo le leggende “CASA EDITRICE LIBRARIA ULRICO HOEPLI” e “DAL 1870”, la scritta “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B”.

Se sei interessato all’acquisto, di uno di questi francobolli, lo puoi acquistare al prezzo di € 1.50 inviandomi una richiesta alla email: [email protected]

La Casa Editrice Marietti è una società editrice italiana fondata a Torino e trasferita a Bologna nel 2017.

Storia

Fu fondata nel 1820 da Giacinto Marietti, che aprì a Torino una stamperia, con il privilegio di Vittorio Emanuele I. É una tra le più antiche case editrici italiane; per molto tempo stampò prevalentemente messali e breviari. Per un secolo e mezzo la proprietà venne gestita di padre in figlio. Distrutta durante la Seconda Guerra Mondiale, l’attività riprese nel 1945 a Casale Monferrato mantenendo sempre il progetto originario di una produzione prevalentemente religiosa.

La prima crisi avvenne dopo il Concilio Ecumenico II che pose fine alla liturgia in latino: la Marietti infatti pubblicava in gran parte libri in latino distribuiti in tutto il mondo. All’inizio degli anni ottanta la famiglia Marietti uscì di scena; un gruppo di imprenditori liguri intervenne per evitare la chiusura della società affidando la responsabilità editoriale a un sacerdote genovese, don Antonio Balletto. Nel 1986 la sede fu trasferita da Casale Monferrato a Genova mentre veniva mantenuto sempre lo stesso nome e il raggio delle pubblicazioni fu ampliato. Entrarono in catalogo grandi opere di filosofia, letterature straniere, ebraica, islamica, insieme ad autori del calibro di Hannah Arendt, Ingeborg Bachmann, Enzo Bianchi, Vittorino Andreoli, Martin Buber, Jacques Derrida, Régis Debray, Georges Didi-Hubermann, Simone Weil, Michel Foucault, Gershom Scholem, Maria Zambrano, Giorgio Pressburger, Agnes Heller, Chiara Frugoni, Hans-Georg Gadamer, René Girard, Emanuel Lévinas.

L’eccesso di produzione provocò un’altra crisi che mise in difficoltà la casa editrice. L’azienda subì una lunga fase di risanamento e ricapitalizzazione durata 4 anni, costata più di 6 miliardi di lire e approdata nel 1995 al primo bilancio in attivo. Flavio Repetto, l’imprenditore ligure diventato presidente e azionista di maggioranza della casa editrice, affidò nel 1996 a Giovanni Ungarelli, ex dirigente della Mondadori e della Rizzoli, il tentativo di rilancio dell’azienda. Venne ampliata la rete distributiva, sfoltito il catalogo, aperta una nuova collana economica; e fu rinnovata la grafica. Sulle copertine dei libri compariva infatti a fianco del nome Marietti anche l’anno di fondazione, 1820. Nel 1999 la maggioranza passò a una società milanese con Repetto nel ruolo sempre di presidente; nel 2001 la sede operativa fu trasferita a Milano mentre la sede legale restava a Genova. Nel novembre 2017 il Centro editoriale dehoniano di Bologna, proprietario delle Edizioni Dehoniane Bologna (Edb), acquisì il catalogo e il marchio Marietti 1820. Il nuovo direttore editoriale è Roberto Alessandrini, con cui la Marietti punterà su filosofia, scienze umane e letteratura.

La Hoepli è una casa editrice italiana, fondata a Milano nel 1870 da Ulrico Hoepli, editore svizzero naturalizzato italiano.

Specializzata in pubblicazioni scientifiche, svolge la sua attività nel settore della manualistica tecnica e nell’editoria scolastica, è presieduta da Giovanni Enrico Hoepli, discendente del fondatore.

Il dizionario online della Hoepli è stato scelto come motore di ricerca preinstallato in Mozilla Firefox 3.6, sostituendo Il dizionario della lingua italiana De Mauro, non più disponibile dal 2009.

Storia

Ulrico Hoepli nel 1870 rileva la libreria di Theodor Laengner nel centro di Milano. L’anno successivo affianca all’attività libraria anche quella editoriale, pubblicando una grammatica francese di G. S. Martin. Nel 1875 pubblica il primo dei numerosi manuali della sua collana, il Manuale del tintore di Lepetit. Nel 1877 lo stampo editoriale inizia ad assumere più carattere scientifico e tecnico grazie all’incontro con Giuseppe Colombo, teorico dell’industrializzazione lombarda, con cui pubblica il Manuale dell’ingegnere.  Dal 1878 il catalogo della casa editrice supera i 2000 volumi. I principali argomenti trattati riguardano tecnica, arti e mestieri ma col passare del tempo viene dato spazio anche ad argomenti che esulano dalla normale linea editoriale, come la parapsicologia o la chiromanzia. Alla produzione si aggiungono nuovi filoni come quello dei libri per l’infanzia, delle collane di classici della letteratura italiana, dei libri di viaggio e delle riviste femminili e per l’infanzia. Dal 1881 la Libreria si occupa anche del settore antiquario. Per la casa editrice e la libreria lavorano trenta persone.

Durante la prima guerra mondiale la casa editrice subisce un rallentamento nella produzione, ma dal 1921 al compimento dei suoi primi cinquant’anni di vita editoriale, è di nuovo ai vertici nella diffusione della cultura tecnico-scientifica. Ulrico Hoepli decide a questo punto di affidare l’azienda ai due nipoti, Carlo Hoepli e Erardo Aeschlimann. L’anziano patriarca si spegne nel 1935, a ottantotto anni. Dopo la successione di Carlo al fondatore Ulrico, viene dato un nuovo impulso alla produzione editoriale con la pubblicazione di nuovi autori e di riviste come Sapere e cinema, ma l’avvento della seconda guerra mondiale e i bombardamenti che ne conseguono apportano danni consistenti sia alla libreria, sita in via Berchet, che al magazzino, limitando la disponibilità dei titoli in catalogo da 4000 a 82.  Nel 1945, dopo la fine del secondo conflitto, Carlo ricostruisce il catalogo aggiungendo nuovi autori alle ristampe degli storici hoepliani, mentre nel 1955 si dà il via alla prima pubblicazione della Enciclopedia Hoepli. Nel 1958 viene inaugurata la sede di via Hoepli 5, nel centro di Milano, che ancora oggi ospita la libreria e gli uffici della casa editrice.

 Negli anni Sessanta il successore di Carlo, Ulrico Carlo, figlio di suo figlio Ulrico  inizia il suo lavoro nella casa editrice, la quale si adatta ai continui progressi e ai cambiamenti della società in campo informatico e tecnologico. Negli anni settanta si sviluppa il settore dell’editoria per la scuola. Negli anni ottanta e novanta il catalogo della libreria conta circa 175.000 titoli. Con l’attuale presidente Giovanni Hoepli, figlio di Ulrico Carlo, è stata raggiunta la quinta generazione, il catalogo della casa editrice è sempre più orientato verso la tecnica, la manualistica, l’editoria scolastica e universitaria.

Se sei interessato all’acquisto, di uno di questi francobolli, lo puoi acquistare al prezzo di € 1.50 inviandomi una richiesta alla email: [email protected]