POSTE VATICANE 17^ EMISSIONE del 16 novembre 2022 di un francobollo dedicato al 30° anniversario della ripresa delle relazioni diplomatiche tra la Santa Sede ed il Messico

POSTE VATICANE 17^ EMISSIONE del 16 novembre 2022 di un francobollo dedicato al 30° anniversario della ripresa delle relazioni diplomatiche tra la Santa Sede ed il Messico dal valore di €2.40

30° ANNIVERSARIO DELLA RIPRESA DELLE RELAZIONI DIPLOMATICHE TRA LA SANTA SEDE E IL MESSICO

Il Vaticano celebra il 30° anniversario della ripresa delle relazioni diplomatiche  tra la Santa Sede e lo Stato messicano con un francobollo congiunto tra il Vaticano e il Messico. Era il 21 settembre 1992 quando una nota congiunta della Secretaría de Relaciones Exteriores messicana e la Segreteria di Stato della Santa Sede, annunciava l’avvenuta riconciliazione, resa possibile dalla presa di coscienza del ruolo centrale e fondante che la dimensione religiosa possiede nella vita della nazione messicana. Il Messico ha infatti vissuto il paradosso di essere un paese di forti tradizioni e convinzioni religiose, avendo una delle costituzioni più anticlericali della storia contemporanea. Il francobollo realizzato per la ricorrenza, creato su disegno di Patrizio Daniele, raffigura gli stemmi dei due Stati uniti da questa importante collaborazione, sullo sfondo dei rispettivi colori nazionali.

  • Valore facciale: € 2,40
  • Formato: 30 x 40 mm
  • Dentellatura: 13 ¼ x 13
  • Foglio da: 10 esemplari
  • Dimensione: 174 x 104 mm
  • Artista: Patrizio Daniele
  • Stampa: Offset 4 colori
  • Stamperia: Cartor (Francia)
  • Prezzo della serie : Euro 2,40
  • Tiratura: 37.000 serie

Il Messico, ufficialmente gli Stati Uniti Messicani, è una democrazia rappresentativa composta da trentadue entità federative (31 stati e Città del Messico). Secondo la Costituzione messicana, la sede dei poteri della federazione e capitale dello Stato è Città del Messico. Occupa la parte meridionale dell’America settentrionale, e la parte settentrionale dell’America Latina. Il Messico è delimitato a nord dal confine con gli Stati Uniti d’America, a est dal golfo del Messico e dal mare Caraibico, a sud-est dal Belize e dal Guatemala e a ovest dall’oceano Pacifico. Con una superficie di 1972550 km² il Messico è il 14º Stato più esteso del mondo mentre, con più di 129 976 000 abitanti, oltre a essere il 10º Stato più popoloso del mondo, è anche lo Stato ispanofono più popoloso e il secondo Stato cattolico dopo il Brasile. Lo spagnolo è parlato in Messico con molte lingue indigene, ufficialmente riconosciute.

L’insediamento umano in questo territorio risale a circa undicimila anni fa, e da allora si succedettero svariati popoli, sia agricoltori della Mesoamerica sia nomadi. Dopo la conquista spagnola, il Messico cominciò la sua lotta per l’indipendenza politica nel 1810. In seguito, per quasi un secolo il paese è stato coinvolto in una serie di guerre interne e d’invasioni straniere che hanno avuto un impatto forte in tutti gli ambiti della vita messicana. Per la maggior parte del XX secolo (principalmente per la prima metà) si assistette a un periodo di forte crescita economica nel contesto di una politica dominata da un unico partito politico.

Per volume di prodotto interno lordo (PIL) nominale, il Messico è considerata la quattordicesima economia mondiale. Tuttavia la distribuzione della ricchezza è estremamente diseguale, tanto che gli indici di sviluppo umano possono variare enormemente fra zona e zona del paese. Per una buona parte del XX secolo la principale fonte di ricchezza del paese è stato il petrolio, anche se il processo di industrializzazione del paese ha permesso la diversificazione dell’economia. Le rimesse dei lavoratori all’estero sono aumentate di anno in anno e rappresentano il 3% del PIL, costituendo un’importante fonte di valuta estera per il paese accanto ai proventi delle esportazioni di petrolio e del turismo. Dopo la cattura di Pablo Escobar, la lotta per il controllo delle rotte della droga per gli Stati Uniti d’America attraverso il Messico ha prodotto una vera e propria guerra civile tra i vari cartelli della droga, che ha portato a oltre 100 000 morti.

Il Messico è una potenza regionale e uno dei quattro paesi dell’America Latina insieme al Cile, la Colombia e la Costa Rica a essere membro dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE).

Geografia

Secondo alcuni geografi il territorio messicano fa geofisicamente parte dell’America centrale, grazie all’Istmo di Tehuantepec ma geopoliticamente è considerato parte dell’America settentrionale, insieme con il Canada e gli Stati Uniti.

La sua superficie è di 1964375 km², con una superficie continentale di 1959248 km² e una insulare di 5127 km². Il Messico occupa il 14º posto tra gli Stati più estesi del mondo.

Ha un’estensione delle coste pari a 11122 km e occupa il secondo posto in America dopo il Canada per chilometri di costa.

Il territorio è in gran parte montuoso; fanno eccezione la penisola dello Yucatán e le coste sul golfo del Messico. Diversi rilievi superano i 4000 m o addirittura i 5000 m; la cima più alta è quella del Citlaltépetl (Pico de Orizaba) (5610 m) che fa parte della Fascia Vulcanica Trasversale. Le principali catene montuose sono la Sierra Madre Occidentale e la Sierra Madre Orientale, tra le quali si estende l’Altopiano Centrale del Messico (in cui sorge Città del Messico).

Fra i numerosi fiumi del paese il più importante è il Río Bravo, che traccia il confine con gli Stati Uniti e sfocia nel Golfo del Messico.

Divise tra oceano Atlantico e oceano Pacifico si trovano numerose e bellissime isole di fronte alle due coste, le quali tutte assieme arrivano a una superficie di 5073 km². Inoltre il Messico presenta varie paludi, lagune e deserti e anche foreste tropicali e bellissime coste.

Religione

La religione predominante è quella cattolica (83,9%), seguono protestanti (7,6%), religioni altre (2,5%) e atei (4,6%). Il mormonismo si sta diffondendo in modo significativo nelle principali città presso il confine nord-orientale. L’ebraismo è presente da molti secoli in Messico e attualmente vi sono circa 100 000 ebrei nel paese.

Tra le ricorrenze religiose più sentite ricordiamo quella del 12 dicembre, il Día de la Virgen de Guadalupe, che celebra l’ultima apparizione in Messico di Nostra Signora di Guadalupe, nel 1531.

Se sei interessato all’acquisto di questo francobollo lo puoi acquistare al prezzo di € 4,50 basta inviare una richiesta alla email:  [email protected]

Ti potrebbe interessare anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.