POSTE VATICANE 15^ EMISSIONE del 01 settembre 2022 di un francobollo dedicato al Centenario del Concordato tra la Santa Sede e la Lettonia – emissione congiunta –

POSTE VATICANE 15^ EMISSIONE del 01 settembre 2022 di un francobollo dedicato al Centenario del Concordato tra la Santa Sede e la Lettonia dal valore di €1.25.

Emissione congiunta: Città del Vaticano – Lettonia

Concordia res parvae crescunt “nell’armonia le piccole cose crescono”. A quest’antica citazione sallustiana, si ispirano i rapporti bilaterali tra la Lettonia e la Santa Sede, di cui la filatelia vaticana, in emissione congiunta con le Poste Lettoni, celebra quest’anno il centenario. Il 19 novembre 1918, il giorno successivo alla proclamazione dell’indipendenza della Lettonia, il Primo Ministro degli affari esteri, Z.A. Meierovics, si rivolgeva all’allora Segretario di Stato di Sua Santità, il Cardinale Pietro Gasparri, per il riconoscimento del governo provvisorio lettone da parte della Santa Sede. Il francobollo celebrativo di questo anniversario riproduce il logo creato per le celebrazioni legate all’evento dove

la bandiera lettone e quella vaticana si fondono a formare il numero 100, richiamo grafico-visivo del centenario, ma anche dell’unione e la concordia che legano i due stati.

  • data: 01 settembre 2022
  • valore facciale: € 1,25
  • prezzo del minifoglio: €12,50
  • stamperia: Cartor (Francia)
  • tipo di stampa: offset 4 colori
  • formato francobollo: 45 x 28 mm
  • minifoglio da 10 esemplari
  • dimensioni foglietto: 114 x 164 mm
  • dentellatura: 13 ¼ x 13 ½
  • tiratura : 45.000
  • num. catalogoMichel______ YT _______ UNIF _______

Se sei interessato all’acquisto di questo francobollo lo puoi acquistare al prezzo di € 1,90 oppure il foglietto €19.00 basta inviare una richiesta alla email:  [email protected]

L’arcidiocesi di Riga (in latino: Archidioecesis Rigensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica in Lettonia. Nel 2020 contava 207.560 battezzati su 1.182.100 abitanti. È retta dall’arcivescovo Zbigņev Stankevičs.

Territorio

L’arcidiocesi comprende la parte nord-orientale della Lettonia, corrispondente alla regione storica della Livonia.

Sede arcivescovile è la città di Riga, dove si trova la cattedrale di San Giacomo.

Il territorio si estende su 23.587 km² ed è suddiviso in 65 parrocchie.

Storia

La diocesi di Livonia fu eretta nel 1186; essa aveva sede nella città di Üxküll, luogo dove san Mainardo aveva costruito la prima chiesa della Livonia. Il secondo vescovo di Üxküll, il cistercense Berthold, traslò la sede vescovile a Riga e la diocesi, nel 1202, assunse il nome di diocesi di Riga. Originariamente era suffraganea dell’arcidiocesi di Brema. Lo stesso anno il vescovo Albrecht von Buxthoeven fondò l’ordine cavalleresco dei Cavalieri portaspada ai fini di cristianizzare la regione, che a quei tempi era ancora terra di frontiera del cristianesimo.

Nel 1251 incorporò i territori della soppressa diocesi di Semgallia.

Successivamente il vasto territorio della Livonia fu suddiviso in diverse diocesi (comprensive di Livonia, Estonia e Prussia), che divennero suffraganee di Riga quando questa fu elevata al rango di arcidiocesi nel 1253. Il 20 gennaio 1255 con la bolla Primatuum cathedras, papa Alessandro IV confermò l’erezione di Riga ad arcidiocesi. In una lettera di papa Clemente V del 19 giugno 1310 si menzionano 14 diocesi suffraganee, di cui 7 però soppresse. I vescovi di Riga detenevano tanto il potere religioso, quanto quello civile, in quanto Riga era un principato ecclesiastico indipendente.

A seguito della Riforma protestante la Lettonia si convertì dal Cattolicesimo al Luteranesimo nel 1561, il principato ecclesiastico venne secolarizzato e l’arcidiocesi fu soppressa. Al momento della soppressione, la provincia ecclesiastica dell’arcidiocesi di Riga comprendeva le seguenti diocesi suffraganee: Chełmno, Curlandia, Ösel-Wiek, Pomesania, Sambia, Dorpat, Reval e Varmia.

La diocesi fu rifondata il 29 settembre 1918 con la bolla Hodie nos di papa Benedetto XV. Inizialmente comprendeva quasi per intero il territorio della neonata repubblica di Lettonia e quello dell’Estonia.

Il 9 giugno 1920 si ampliò includendo la porzione di territorio della diocesi di Samogizia che si era venuta a trovare in territorio lettone.

Il 25 ottobre 1923 fu elevata al rango di arcidiocesi immediatamente soggetta alla Santa Sede, in forza del decreto Quum dioecesis Rigensis della Congregazione Concistoriale. Questa decisione faceva seguito al concordato tra governo lettone e Santa Sede del 30 maggio 1922. Lo stesso accordo stabiliva che spettasse al governo lettone provvedere la chiesa di Riga di una cattedrale e di un immobile adatto a diventare sede dell’arcivescovo.

Tramite referendum del 1º e 2 settembre 1923 la chiesa luterana di San Giacomo fu trasferita alla Chiesa cattolica per diventare la nuova cattedrale dell’arcidiocesi.

Il 1º novembre 1924 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell’erezione dell’amministrazione apostolica di Estonia.

L’8 maggio 1937 ha ceduto un’altra porzione di territorio a vantaggio dell’erezione della diocesi di Liepāja e per effetto della bolla Plurimum sane di papa Pio XI è divenuta arcidiocesi metropolitana.

Durante il periodo sovietico, l’arcidiocesi rimase vacante dal 1958 al 1991.

Il 2 dicembre 1995 ha ceduto un’ulteriori porzioni di territorio a vantaggio dell’erezione delle diocesi di Jelgava e di Rēzekne-Aglona (articolo estrapolato dal sito Wikipedia).

Se sei interessato all’acquisto di questo francobollo lo puoi acquistare al prezzo di € 1,90 oppure il foglietto €19.00 basta inviare una richiesta alla email:  [email protected]

Ti potrebbe interessare anche...