POSTE ITALIANE 22^ emissione anno 2019 del 14 Maggio di un francobollo dedicato all’ ABI, nel centenario della costituzione.

Il Ministero emette il 14 maggio 2019 un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica “le Eccellenze del sistema produttivo ed economico” dedicato all’ ABI, nel centenario della costituzione, relativo al valore della tariffa B= €1.10.

  • data/date 14 Maggio 2019
  • dentellatura/serration 11
  • stampa/printing fustellatura/rotocalco
  • tipo di carta/paper type bianca patinata neutra
  • stampato I.P.Z.S. Roma
  • tiratura 2.500.000
  • fogli/sheet 45
  • dimensioni/dimension 40 x 30 mm
  • costo/price B= €1.10
  • bozzettista A. Scavizzi
  • num. catalogo/catalog num. Michel 4119 YT 3880 UN 3962

L’Associazione bancaria italiana (ABI) è un’associazione di settore, volontaria e senza finalità di lucro, del mondo bancario italiano: rappresentandone e cercando di tutelarne gli interessi, ma senza alcun potere esecutivo e decisionale nei confronti di alcuna banca.

Seppur associate, le banche rimangono indipendenti e autonome rispetto all’ABI, che oltretutto è completamente differente e slegata dalla Banca d’Italia (al contrario di ABI, esercita attività di vigilanza sulle banche). Fra le attività principali di ABI ci sono: organizzazione di studi e dibattiti sui temi bancari, attività di informazione e assistenza tecnica nei confronti delle banche associate, organizzare convegni per gli associati.

Si avvale anche di una sua società chiamata ABIServizi, governata e gestita interamente da ABI: il lavoro di ABIServizi è esclusivamente l’esercizio di attività editoriali, tipografiche e di distribuzione (con esclusione della diffusione di quotidiani) di pubblicazioni, stampati, software, supporti magnetici ed elettronici, anche attraverso la vendita per corrispondenza. Inoltre ABIServizi presta servizio per l’organizzazione di convegni e seminari. Ha la sua sede principale a Roma a Palazzo Altieri in piazza del Gesù n. 49. Un altro ufficio è situato in via Olona n. 2 a Milano.

Storia

L’Associazione bancaria italiana nacque a Milano il 13 aprile 1919. Il primo presidente fu, fino al 1926, il banchiere privato Luigi Della Torre, gerente della casa bancaria milanese Zaccaria Pisa. La nascita va collocata nel quadro dello sviluppo dell’associazionismo economico in generale e non soltanto creditizio che si verifica nel Paese tra la fine dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento. Nel 1926, in seguito al sorgere dell’ordinamento corporativo, si costituisce la Confederazione generale bancaria fascista. Nel 1945, al termine del secondo conflitto mondiale, l’ABI si ricostituisce.

Con gli anni, la caratteristica di rappresentanza di sistema si è andata rafforzando, allargandosi all’intero mondo finanziario. Intanto il sistema bancario si è profondamente trasformato. Negli anni novanta, la legge Amato e la privatizzazione, la seconda direttiva di coordinamento bancario con la banca universale, il Testo unico della finanza e il Testo unico bancario cambiano il quadro delle regole. Di qui la trasformazione in un sistema di banche per lo più private e quotate, con un forte interesse all’apertura all’Europa e all’euro. In questo nuovo scenario all’ABI viene confermata la rappresentanza di tutti gli operatori bancari e finanziari.  A partire dal 1997, l’ABI assume anche la rappresentanza sindacale diretta delle aziende del settore. Le viene anche riconosciuta la competenza a definire le linee unitarie relative ai rapporti di lavoro, alle politiche dell’occupazione, ai rapporti con le organizzazioni sindacali dei lavoratori di tutto il sistema, tranne che i contratti collettivi di lavoro stipulati dalla Federazione italiana delle banche di credito cooperativo.

Funzioni

Da statuto, l’ABI promuove “iniziative per la crescita ordinata, stabile ed efficiente del sistema bancario e finanziario, in un’ottica concorrenziale coerente con la normativa nazionale e dell’Unione europea”.

L’associazione ha i seguenti obiettivi:

  • collabora a livello nazionale ed internazionale alla soluzione di questioni che interessano il settore creditizio e finanziario e dei problemi di più generale interesse per il Paese;
  • sollecita l’innovazione normativa;
  • organizza studi e dibattiti;
  • definisce linee unitarie riguardo ai rapporti di lavoro, compresa la stipulazione dei contratti collettivi;
  • svolge attività di informazione, assistenza tecnica e consulenza;
  • elabora codici di comportamento;
  • promuove, nel rispetto dei principi della libera concorrenza, iniziative di collaborazione fra gli Associati.

Se sei interessato all’acquisto del francobollo lo puoi acquistare al prezzo di € 1.50. Inviami una richiesta alla email: [email protected]

POSTE ITALIANE 22nd edition of the year 2019 of May 14th of a stamp dedicated to the ABI, on the centenary of the constitution.

On May 14, 2019, the Ministry issued an ordinary stamp belonging to the thematic series “Excellence in the productive and economic system” dedicated to the ABI, on the centenary of the constitution, relating to the value of tariff B =€1.10.

The Italian Banking Association (ABI) is a voluntary and non-profit sector association of the Italian banking world: representing and trying to protect its interests, but without any executive or decision-making power towards any bank. Although associated, the banks remain independent and autonomous with respect to the ABI, which moreover is completely different and disconnected from the Bank of Italy (as opposed to ABI, exercises supervision of banks). Among the main activities of ABI there are: organization of studies and debates on banking issues, information and technical assistance activities for associated banks, organizing conferences for members. It also makes use of its own company called ABIServizi, governed and managed entirely by ABI: the work of ABIServizi is exclusively the exercise of publishing, typographic and distribution activities (with the exclusion of the circulation of newspapers) of publications, printed matter, software, media magnetic and electronic, including through mail order. Furthermore, ABIS services provide services for the organization of conferences and seminars. It has its main office in Rome at Palazzo Altieri in Piazza del Gesù n. 49. Another office is located in via Olona n. 2 in Milan.

History

The Italian banking association was born in Milan on 13 April 1919. The first president was, until 1926, the private banker Luigi Della Torre, managing director of the Milanese banking house Zaccaria Pisa. The birth should be placed within the framework of the development of economic associations in general and not only of credit that occurs in the country between the end of the nineteenth century and the first decades of the twentieth century. In 1926, following the emergence of the corporate order, the General Fascist Banking Confederation was established. In 1945, at the end of the Second World War, the ABI reconstituted itself. Over the years, the characteristic of system representation has been strengthened, extending to the entire financial world. Meanwhile, the banking system has profoundly changed. In the nineties, the Amato law and privatization, the second directive for banking coordination with the universal bank, the Consolidated Law on Finance and the Consolidated Banking Act change the framework of the rules. Hence the transformation into a system of mostly private and listed banks, with a strong interest in opening up to Europe and the euro. In this new scenario, the representation of all banking and financial operators is confirmed to the ABI. Starting from 1997, the ABI also assumes the direct trade union representation of the companies in the sector. She is also recognized for her competence in defining the unitary lines relating to labor relations, employment policies, and relations with the trade unions of workers throughout the system, except for the collective labor contracts stipulated by the Italian Federation of Banks of cooperative credit.

Functions

By statute, the ABI promotes “initiatives for the orderly, stable and efficient growth of the banking and financial system, in a competitive perspective consistent with national and European Union legislation”.The association has the following objectives:

• collaborates on a national and international level to resolve issues affecting the credit and financial sector and problems of more general interest for the country;

• calls for regulatory innovation;

• organizes studies and debates;

• defines unitary lines regarding labor relations, including the stipulation of collective agreements;

• carries out information, technical assistance and consultancy activities;

• develop codes of conduct;

• promotes, in compliance with the principles of free competition, initiatives of collaboration between the Associates.

If you are interested in buying the stamp you can buy it for € 1.50. Send me a request to the email: [email protected]

  • data/date 14 Maggio 2019
  • dentellatura/serration 11
  • stampa/printing fustellatura/rotocalco
  • tipo di carta/paper type bianca patinata neutra
  • stampato I.P.Z.S. Roma
  • tiratura 2.500.000
  • fogli/sheet 45
  • dimensioni/dimension 40 x 30 mm
  • costo/price B= €1.10
  • bozzettista A. Scavizzi
  • num. catalogo/catalog num. Michel 4119 YT 3880 UN 3962

 

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare anche...