M.I.S.E. 26^ Emissione di un francobollo dedicato al Settore atletica leggera delle Fiamme Gialle della Guardia di Finanza, nel centenario della fondazione

Il M.I.S.E. – Ministero dello Sviluppo Economico emette il 29 maggio 2021 un francobollo ordinario, distribuito dalle Poste Italiane, appartenente alla serie tematica “lo Sport” dedicato al Settore atletica leggera delle Fiamme Gialle della Guardia di Finanza, nel centenario della fondazione, relativo al valore della tariffa B, corrispondente ad €1.10.

  • data: 29 maggio 2021
  • dentellatura: 11
  • stampa: rotocalcografia
  • tipo di cartacarta bianca, patinata neutra, autoadesiva, non fluorescente
  • colori: quattro
  • stampato: I.P.Z.S. Roma
  • tiratura: 300.000
  • francobollo dimensioni: 30 x 40 mm
  • valoreB = €1.10
  • bozzettista: Maria Carmela Perrini e Luca Leonardi
  • num. catalogo francobolloMichel_4303_ YT _4063_ UNIF __4146__
  • Il francobollo: La vignetta riproduce una foto d’epoca raffigurante la gara di marcia del “Trofeo Scudo Nelli” del 1921, prima manifestazione di atletica leggera a cui la Guardia di Finanza partecipò con i suoi atleti, delimitata, in alto, dal logo del Centenario della ricorrenza e da una fascia tricolore. Completano il francobollo la leggenda “UNA SQUADRA, UN SECOLO DI SPORT”, la scritta “ITALIA” e l’indicazione tariffaria “B”.

Se sei interessato all’acquisto di questo francobollo lo puoi acquistare al prezzo di € 1.50 inviandomi una richiesta alla mia email: [email protected]

Gruppi Sportivi Fiamme Gialle sono la struttura della Guardia di Finanza che si occupa dell’attività sportiva sia nell’ambito militare che in quello delle gare civili e ha la sua sede a Roma.

L’attività delle Fiamme Gialle si esplica in 12 differenti discipline sportive: atletica leggera, judo, karate, nuoto, tuffi, tiro a segno, scherma, canottaggio, canoa/kayak, vela, pattinaggio su ghiaccio e sport invernali (sci alpino, sci di fondo, salto con gli sci, bob).

Come per gli altri gruppi sportivi delle Forze armate, le Fiamme Gialle danno la possibilità ad un atleta di discipline meno note e sponsorizzate di diventare un professionista a carico dello stato, ossia atleta di stato.

Il Gruppo Sportivo delle Fiamme Gialle, sezione Atletica Leggera è nata nel 1921; infatti quest’anno compie 100 anni. Ecco una breve storia degli uomini e delle vittorie conseguite. (notizie estrapolate dal sito ufficiale e da Wikipedia)

La Guardia di Finanza fece il suo ingresso nel mondo dell’atletica leggera nel 1921, quando una squadra di finanzieri partecipò allo “Scudo Nelli”, gara di marcia a squadre dell’epoca, assai prestigiosa ed importante. I finanzieri ottennero i tre successi parziali, necessari per aggiudicarsi definitivamente il trofeo negli anni 1922, 1925 e 1928. Nel 1931, con il Gruppo Atletico affiliato alla Federazione Italiana di Atletica Leggera e con gli atleti regolarmente tesserati, si creava a poco a poco il Gruppo Sportivo vero e proprio. Negli anni ‘40/‘50 giunsero le prime affermazioni di rilievo con uomini del calibro di Michele Tito, velocista, bronzo nella 4×100 alle Olimpiadi di Londra nel ‘48, di Gianni Corsaro, marciatore di talento, settimo alle stesse Olimpiadi nei 10 km; Giulio Chiesa, più volte campione e primatista italiano nel salto con l’asta e decimo alle Olimpiadi di Melbourne ‘56; Vincenzo Lombardo, velocista di gran classe, quarto nella 4×100 alle Olimpiadi di Melbourne, più volte campione e primatista italiano nella velocità.

Tra gli anni ‘60 e gli anni ‘90 ci sono state importanti affermazioni a livello individuale da parte di atleti gialloverdi: Pasquale Giannattasio, oro nei 50 metri agli Europei Indoor ‘67; Simeon, oro nel lancio del disco ai Giochi del Mediterraneo del ‘67; Erminio Azzaro, bronzo agli Europei ‘69 nel salto in alto; Sergio Liani, bronzo agli Europei indoor di Sofia nel ‘71; Gian Vittore Pontonutti a Turku, nell’asta, titolo mondiale militare; Franco Fava, ottavo nella maratona ai Giochi Olimpici di Montreal del ’76; Giuseppe Buttari, bronzo nei 60 m H ai Campionati Europei indoor di Milano del ’78; Sandro Bellucci, bronzo alle Olimpiadi di Los Angeles ‘84 nella 50 km di marcia; Antonio Ullo, argento e bronzo nei 60 metri rispettivamente agli Europei Indoor ‘84 e ‘87; Ezio Madonia, bronzo nella 4×100 agli Europei ‘94; Ashraf Saber, Campione Mondiale Juniores ‘92 nei 400 metri ad ostacoli ed argento nella 4×400 ai Mondiali Indoor ‘95; Angelo CipolloniEzio Madonia Giovanni Puggioni, bronzo nella 4×100 ai Mondiali ’95; Fabrizio Mori, primatista Italiano assoluto nei 400hs con 47”54, Campione Mondiale nel 1999 a Siviglia e argento a Edmonton 2001.

Tra gli altri nomi sono da ricordare: Mariano Scartezzini, Alfonso Di Guida, Roberto Buccione, Marco Piochi, Paolo Accaputo, Roberto Mazzuccato, Domenico D’Alisera, Michelangelo Arena, Orlando Bianchini, Pierfrancesco Pavoni, Salvatore Nicosia, Marco Andreini, Marco Martino, Enrico Sgrulletti, Carlo Sonego, Carlo Boccarini, Arturo Di Mezza.

Gli atleti gialloverdi hanno saputo distinguersi anche con importanti affermazioni di squadra: Il primo scudetto fu conquistato nel 1956 e seguirono, negli anni Sessanta e Settanta, molteplici affermazioni: Campioni Italiani di Società ininterrottamente dal ‘67 al ‘71 e ancora nel ‘73 e nel ‘77. Dal ’97 al 2007 si laurearono Campioni d’Italia per dieci volte, riuscendo così a totalizzare ben diciotto titoli totali.

A livello continentale, nella Coppa Europea per Club su pista, le Fiamme Gialle hanno vinto quattro volte la medaglia d’oro: nel 2005 a Lagos (Por), nel 2012, 2013 e 2014 a Vila Real S.Antonio (Por); hanno conquistato quattro volte il secondo posto: nel 1978 a Wattenscheid Bochum (Ger), nel 1999 ad Atene (Gre), nel 2001 a Madrid (Spa) e nel 2006 a Valencia (Spa); hanno ottenuto il bronzo per cinque volte: nel 1998 a Tivoli, nel 2009 a Castellon (Esp), nel 2010 e 2011 a Vila Real S. Antonio (Por), nel 2015 a Mersin.

Sono stati raggiunti ragguardevoli traguardi anche in occasione della Coppa Europa per Club di marcia su strada con la medaglia d’oro vinta a Melfi nel 1996 e nel 2005, a cui si aggiungono i due secondi posti del 1997 e 2004 oltre ad un terzo posto ottenuto nel 2001.          

Infine nella Coppa Europa per Club di cross-country sono state vinte cinque medaglie d’argento dal 2003 al 2013 e due medaglie di bronzo nel 2008 e nel 2011.

Negli ultimi vent’anni, il I Nucleo “Atleti” ha potuto contare sull’apporto agonistico di validissimi atleti che hanno ottenuto importanti riconoscimenti in ambito internazionale, tra cui:

Ivano Brugnetti, oro nella 50km di marcia ai Mondiali del 1999 e oro ai Giochi Olimpici di Atene 2004 nella 20km; Giuseppe Gibilisco, Campione del Mondo nel salto con l’asta a Parigi 2003 con il record italiano di 5.90m e medaglia di bronzo ai Giochi Olimpici di Atene 2004Nicola Vizzoni, medaglia d’argento alle Olimpiadi di Sidney 2000 nel lancio del martello e argento agli Europei di Barcellona 2010; Andrea Giaconi, primatista Italiano dei 110hs in 13”35; i saltatori in alto Andrea Bettinelli e Lemmi (2,31m e 2,26m di primato personale); gli sprinter Massimiliano Donati, presente ai Giochi Olimpici di Atene nella staffetta veloce assieme anche a Simone Collio, che ha vinto l’argento nella 4x100m ai Campionati Europei di Barcellona 2010; Matteo Galvan e Claudio Licciardello, oro ai Campionati Europei indoor Torino 2009 nella staffetta4x100m e medaglia d’argento per Licciardello sui 400m; Fabio Cerutti, argento agli Europei indoor di Torino nei 60m; Lorenzo Valentini, bronzo nella 4x400m ai Campionati Europei U23 e oro nella staffetta ai Giochi del Mediterraneo di Mersin 2013; il pesista Daniele Secci, argento agli Europei Junior; i fondisti Luciano Di Pardo e Marco Mazza, Campioni Europei U23 rispettivamente nei 3000 siepi a Turku ’97 e nei 100000m a Goteborg ’99; Lorenzo Perrone, bronzo agli Europei U23 nel 2003 nei 1500m; Francesco Ingargiola, bi-Campione ai Mondiali militari e quinto agli Europei 2006 di Goteborg; Daniele Caimmi, maratoneta di levatura internazionale con un primato personale di 2h08’59″; Gabriele De Nard, oro a squadre ai Campionati Europei di cross ’98; Cosimo Caliandro, medaglia d’oro ai Campionati Europei indoor di Birmingham 2007; Andrea Lalli, laureatosi re del cross ai Campionati Europei in tutte e tre le categorie (Junior nel 2006, U23 nel 2008 e assoluto nel 2012); il primatista italiano del salto in alto Gianmarco Tamberi, medaglia d’oro ai campionati Mondiali indoor di Portland 2016, ai Campionati Europei di Amsterdam 2016 e ai Campionati Europei indoor di Glasgow 2019.

Inoltre, nel 2001 con l’arruolamento di Ester Balassini, primatista Italiana del lancio del martello, le Fiamme Gialle dell’atletica leggera si sono tinte di “rosa”: infatti, si è concretizzato ufficialmente l’ingresso delle donne nell’attività sportiva della Guardia di Finanza; sono seguiti numerosi reclutamenti di campionesse nel settore femminile, quali: la marciatrice Elisa Rigaudo, sesta ai Giochi Olimpici di Atene 2004 nella 20km, bronzo agli Europei di Goteborg 2006, bronzo alle Olimpiadi di Pechino 2008, argento ai Mondiali di Daegu 2011; la triplista Simona La Mantia, argento agli Europei under 23 di Bydgoszcz 2003 e oro ad Erfurt 2005, vice campionessa europea a Barcellona nel 2010 e medaglia d’oro ai Campionati Europei indoor di Parigi del 2011, bronzo ai Campionati Europei indoor a Goteborg nel 2013; la saltatrice in alto Antonietta Di Martino, argento ai Mondiali di Osaka 2007 e argento agli Europei indoor di Birmingham 2007, medaglia di bronzo ai Campionati mondiali di Berlino nel 2009 e a quelli di Daegu nel 2011, medaglia d’oro ai Campionati Europei indoor di Parigi nel 2011 e primato italiano indoor della specialità con 2,04m, argento ai Campionati Mondiali indoor di Istanbul nel 2012; la velocista Libania Grenot, bronzo nei 400m e nella 4x400m ai Campionati Europei di Barcellona 2010, oro nei 400m ai Campionati Europei di Zurigo 2014, oro nei 400m e bronzo nella 4x400m agli Europei di Amsterdam 2016 ); Veronica Borsi, argento ai Campionati Europei Indoor di Goteborg 2013 nei 60m hs e primatista italiana della specialità sia indoor che all’aperto; le fondiste Rosalba Console, argento agli Europei under 23 nel 1999 a Goteborg nei 10000m, oro ai Mondiali militari di maratona 2008 a Carpi; Adelina de Soccio, oro ai Campionati Europei Junior nei 3000m; Giulia Viola, argento nei 5000m ai Campionati Europei per Nazioni di Braunschweig 2014.

Attualmente le punte di diamante dell’atletica gialloverde sono il primatista italiano di salto triplo Fabrizio Donato (che ha partecipato a ben 5 Olimpiadi), medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Londra 2012, d’oro ai Campionati Europei indoor di Torino 2009 e a quelli outdoor di Helsinki 2012, d’argento ai Campionati europei indoor di Parigi 2011 e di Belgrado 2017; l’altista friulana Alessia Trost, bi- campionessa europea U23 a Tampere 2013 e a Tallin 2015, medaglia d’argento ai Campionati Europei indoor di Praga 2015 e di bronzo ai Campionati Mondiali indoor di Birmingham 2018; la marciatrice pugliese Antonella Palmisano, quarta alle Olimpiadi di Rio de Janeiro del 2016 nei 20km, medaglia di bronzo ai Campionati Mondiali di Londra 2017 e agli Europei di Berlino 2018, detentrice, attualmente, della miglior prestazione italiana nei 10km su strada (Modena 2020); lo sprinter Filippo Tortu, medaglia d’argento sui 100m ai Mondiali U20 di Bydgoszcz nel 2016 e d’oro agli Europei U20 di Grosseto 2017, è entrato nella storia dei 100m realizzando il record italiano con il tempo di 9’’99; la neo arruolata Larissa Iapichino, primatista italiana U20 nel salto in lungo e medaglia d’oro ai Campionati Europei di Boras 2019.

Tra gli altri nomi da ricordare di atleti di vertice attualmente in attività, ci sono anche: i velocisti Davide Re, primatista italiano dei 400m, Galvan, oro nella 4x400m agli Europei indoor 2009, Desalu, oro sui 200m ai Mondiali Militari del 2015 e sulla 4×100 ai Giochi del Mediterraneo 2018; le lanciatrici Carolina Visca, oro ai Campionati Europei U20 di Boras 2019 nel giavellotto, proveniente dalla sezione giovanile delle Fiamme Gialle e Daisy Osakue, oro alle Universiadi 2019 nel disco; nel salto con l’asta il fiorentino Claudio Stecchi allenato da Giuseppe Gibilisco.

L’Atletica “Fiamme Gialle” ha ricevuto un prestigioso riconoscimento da parte del CONI nel 1975, la Stella d’Oro al merito sportivo. Inoltre, il 1° Nucleo Atleti del Gruppo Polisportivo Fiamme Gialle ha contribuito, unitamente agli atleti gialloverdi delle altre specialità, al riconoscimento del Collare D’Oro al Merito Sportivo ottenuto nell’anno 2014.

Il 21 settembre 2021, pertanto, verrà celebrato il centenario dell’ “Atletica Leggera” delle Fiamme Gialle e per l’occasione sarà organizzata una importante manifestazione sportiva denominata “We Run Together” e, nel contempo, ci sarà l’emissione di un francobollo celebrativo da parte dell’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato, quello appena rappresentato. ( n.d.r. notizie tratte da vari siti)

Se sei interessato all’acquisto di questo francobollo lo puoi acquistare al prezzo di € 1.50 inviandomi una richiesta alla mia email: [email protected]

Ti potrebbe interessare anche...