M.I.S.E. 104^ EMISSIONE di un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica ”le eccellenze del sistema produttivo ed economico” dedicato alla Società SIRTI S.p.a., nel centenario della fondazione

Il Ministero dello Sviluppo Economico, emette il 21 novembre 2021, distribuito dalle Poste Italiane, un francobollo ordinario appartenente alla serie tematica ” le eccellenze del sistema produttivo ed economico” dedicato alla SIRTI S.p.a., nel centenario della fondazione, con indicazione tariffaria B, corrispondente ad €1,10.

  • data: 21 novembre 2021
  • dentellatura: 11
  • dimensioni francobollo: 30 x 40 mm
  • stampa: rotocalcografia
  • tipo di cartacarta bianca, patinata gommata, autoadesiva, non fluorescente
  • colori: quattro
  • stampato: I.P.Z.S. Roma
  • tiratura: 300.000
  • valoreB = €1.10
  • bozzettista Pietro Urbano MIMMO
  • num. catalogo francobolloMichel __4383__ YT _______ UNIF _4226__
  • Il francobollo: La vignetta raffigura una scena di cantiere per la posa della rete fonia in rame con un tecnico intento a ultimare un giunto di rete che mette in risalto quattro cavi, tre di colore blu e uno di colore giallo, che richiamano i colori ufficiali della Società Sirti S.p.A. Dal giunto dipartono quattro linee verticali che collegano la scena di cantiere con l’area alta dell’illustrazione in cui sono rappresentate le reti digitali. In alto, al centro, è riprodotto il logo del Centenario Sirti, rivisitazione del logo ufficiale dell’azienda che rappresenta in maniera stilizzata una trecciola di rame, punto di terminazione della linea telefonica. L’illustrazione proposta è ispirata ad uno dei bozzetti della collezione Sirti attribuito al pittore e architetto Romano di Massa che risale al periodo della costruzione della prima rete interurbana nazionale. Completano il francobollo la scritta “Italia” e l’indicazione tariffaria “B”.

Se sei interessato all’acquisto di questo francobollo lo puoi acquistare al prezzo di € 1,50 inviandomi una richiesta alla mia email: [email protected]

Sirti S.p.A. è una azienda specializzata nella progettazione, realizzazione e manutenzione di grandi reti di telecomunicazione.

logo societario

Fondata nel 1921, opera nei settori delle telecomunicazioni, dell’energia e delle soluzioni digitali per le aziende. Sirti è player di successo anche a livello internazionale in Europa e in Medio Oriente.

Il Gruppo Sirti svolge attività di ricerca e sviluppo presso le proprie sedi di Milano, Genova e Roma, inoltre partecipa a progetti di ricerca in ambito europeo in collaborazione con alcuni dei principali operatori di telecomunicazioni, università, centri di ricerca e società manifatturiere.

La nascita

È stata fondata da Vittorio Bruni Tedeschi di CEAT e Piero Pirelli di Pirelli il 21 novembre 1921 con il nome di Società Italiana Reti Telefoniche Interurbane con sede a Milano.

Nel 1925 fanno l’ingresso nell’azionariato le società Western Electric, ITT e Siemens, portando Sirti ad essere leader italiano nella installazione di reti per comunicazioni telefoniche.

In quegli anni, crea la prima rete telefonica interurbana in Italia, collegando Nord, Centro e Sud della penisola, andando ad operare anche nell’Africa Orientale Italiana.

Il dopoguerra

Nel secondo dopoguerra, partecipa alla ricostruzione, fornendo e posando cavi coassiali e ponti radio, insieme a Pirelli e Sielte: nel 1977 completa la messa in posa del COS2, la prima rete urbana in fibra ottica al mondo, di progettazione CSELT e in collaborazione con Pirelli.

L’ingresso in IRI e l’espansione internazionale

Entrata nell’orbita del gruppo IRI-STET (a partire dal 1965), nel 1978 assume l’attuale denominazione, iniziando a lavorare in tutto il mondo, realizzando, ad esempio, una dorsale di comunicazione in cavi coassiali tra Golfo Persico e Mar Rosso, per un totale di 1400 km.

Nel 1985 si quota in Borsa; detiene l’esclusiva per la manutenzione delle rete telefonica nazionale di SIP ed ASST e tra i clienti annovera Ministero della difesa, Enel, Autostrade ed è partner del Consorzio Saturno, incaricato di costruire gli impianti tecnologici sulla rete ferroviaria italiana ad alta velocità.

Nel 1997 entra a far parte di Telecom Italia a seguito della trasformazione di STET.

Dall’uscita da Telecom Italia ai giorni nostri

Nel 2000 viene venduta a Wiretel ed il suo ramo immobiliare, un patrimonio valutato tra 360 e 410 miliardi di lire[5], viene conferito nella nascente IMMSI S.p.A..

A Genova, nel 2006, nasce il centro di ricerca Sirti finalizzato allo sviluppo di nuove soluzioni tecnologiche nell’ambito della sicurezza ferroviaria. Il titolo Sirti torna a primeggiare in borsa con un incremento di valore da record fino al 2008 (2.65 € per azione), anno in cui si registra il delisting.

Il 4 aprile 2008 Veicolo Italiano Investimenti Tecnologici acquisisce il 95% delle azioni Sirti, facendo scattare il diritto per Borsa Italiana di revocare la quotazione di Sirti.

Nel 2013, insieme a Huawei, realizza la rete LTE per Wind, vincendo il bando da 1 miliardo di euro promosso dal gestore telefonico.

Il 10 agosto 2016 Pillarstone Italy, piattaforma finanziaria fondata da Kkr Credit, rileva il 100% del capitale da HIIT e Banca Imi. Alla fine dello stesso anno, Sirti annuncia il closing dell’acquisizione dell’intero capitale azionario di Foi & Vitali Elettrodotti S.p.A., dando origine a Sirti Energia, società interamente controllata da Sirti S.p.A., specializzata nella progettazione, costruzione e manutenzione di reti interrate o aeree, di trasporto e di distribuzione di energia.

Nel 2019 Sirti acquisisce Wellcomm Engineering, società specializzata in ambito cyber security, per rafforzare e sviluppare il posizionamento del gruppo nel settore ICT, già consolidato grazie alla business unit “Digital Solutions”.

Il 9 febbraio 2021 MERMEC e Sirti comunicano il closing dell’operazione di cessione del 100% delle attività della Business Unit Trasporti di Sirti, annunciata in data 5 novembre 2020. L’operazione è avvenuta attraverso la creazione di una NewCo in cui sono confluite le attività Trasporti di Sirti, che hanno un focus sullo sviluppo e fornitura di sistemi tecnologici per l’infrastruttura ferroviaria. Con il closing dell’operazione, il 100% della NewCo passa nelle mani di MERMEC.

Società controllate

Sirti Energia controllata al 100% da Sirti

Sirti Alliance controllata al 90 % da Sirti e al 10 % da Sirti Energia.

Wellcomm Engineering controllata al 75 % da Sirti.

Principali azionisti

Sirti è una società con Socio unico PS Reti S.p.A.. Il Capitale Sociale ammonta a € 42.040.523 interamente versato.

PS Reti S.p.A. (Pillarstone Italy) ha rilevato il 73,16% della società da HIIT, un veicolo di private equity che raggruppava alcuni fondi di private equity, fondi di debito e alcuni soci industriali, e il restante 26,84% da Banca Imi, banca d’investimento del Gruppo Intesa Sanpaolo (articolo parzialmente estrapolato dal sito Wikipedia).

Se sei interessato all’acquisto di questo francobollo lo puoi acquistare al prezzo di € 1,50 inviandomi una richiesta alla mia email: [email protected]

Ti potrebbe interessare anche...